Fotovoltaico "pulito"


L'immagine che più spesso associamo al fotovoltaico è quello dell'energia "verde" o "pulita". Ma non è questo il genere di pulizia di cui voglio scrivere in questo mio post. Bensì della più prosaica pulizia fisica dei moduli fotovoltaici.

In effetti questi fondamentali componenti del nostro generatore elettrico sono sottoposti tutti i giorni dell'anno all'azione di sole (e meno male), vento ed escursioni termiche. Ma anche alla polvere ed alla sporcizia dovuta ai bisogni fisiologici degli uccelli.

In certi periodi dell'anno poi capitano anche piogge che veicolano sabbia dal deserto africano che, come sporca la nostra automobile nello stesso modo fa con i moduli fotovoltaici.

Per il mio lavoro mi capita quasi quotidianamente di andare per tetti (moderna versione di spazzacamino) e sono testimone di moduli fotovoltaici talmente ricoperti di sporcizia da apparire irriconoscibili.

Inutile dire che in questi casi la produzione dell'impianto sarà notevolmente più bassa di quella attesa.

Perché l'investimento nel fotovoltaico sia realmente remunerativo queste situazioni sono assolutamente da evitare.

Dunque:

1) Ispezione periodica dell'impianto (specie delle parti esposte, non solo i moduli);

2) Pulizia dei moduli con semplice acqua corrente e, nei casi più difficili, con un panno semplicemente bagnato ......ed olio di gomito!

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square